About

STORIA

NUMERI

FILOSOFIA

LA NOSTRA STORIA

Le origini

Carlo Maria Recchia – classe 1993 – è un giovanissimo imprenditore agrario che ha costruito la sua fortuna da una passione antichissima, l’amore per la terra e per l’agricoltura, che l’ha portato a essere il primo e unico produttore e distributore di Mais Corvino in tutta Europa.

La sua storia può realmente definirsi un unicum imprenditoriale: in un’epoca in cui in Italia si sente parlare di “fughe di cervelli”, di disoccupazione giovanile, di attività in continuo fallimento, Carlo Maria Recchia è l’esempio di un giovane che non solo ha scelto di restare in Italia ma di investire sul suo territorio e di rendere contemporaneo un mestiere antichissimo: l’agricoltore.

Fin dall’età di 17 anni, infatti, in seguito a una scoperta fatta durante una ricerca per la scuola – Istituto Tecnico di Agraria, Crema – si è dedicato sempre di più alla riscoperta e alla coltivazione del Mais Corvino, una tipologia di mais nero che risale all’epoca dei Maya, con delle rilevanti proprietà nutritive, che in Europa non si coltiva più dal 1700.

2014

Nel 2014 nasce la ditta individuale CMR Mais Corvino, impresa agricola di Carlo Maria Recchia, che diventa un coltivatore diretto di Mais Corvino della Coldiretti. Le piante di mais Corvino coltivate sono 2.400 in 3.000 mq, nella campagna intorno a Cremona. I chicchi di mais vengono macinati a pietra in un Mulino storico, La Grande Ruota del 1857, di Dello. Oltre alla farina la CMR Mais Corvino avvia la produzione di biscotti e grissini.

I nostri numeri

2011

piante

2015

piante

2016

piante

2017

piante

2017

Il 2017 è l’anno di una nuova svolta: Carlo Maria Recchia entra in società con Massa di Leoni Srl, agenzia di Branded Content fondata da Luciano Massa e Luca Leoni, ed è così che la ditta individuale CMR Mais Corvino diventa una vera e propria azienda, la Mais Corvino Srl.

L’unione di questi due know how, apparentemente così distanti (l’agricoltura e la comunicazione digitale), rappresenta in realtà la sintesi perfetta dell’innovazione intrinseca al progetto di Mais Corvino Srl: un nuovo e rivoluzionario modo di fare imprenditoria, dove il recupero del passato diventa un trend grazie alla lungimiranza e alla tecnologia nelle mani di questa generazione, di cui Carlo Maria Recchia è figlio e su cui Massa di Leoni Srl ha costruito il suo core business.

L’incremento produttivo va ovviamente di pari passo con l’ampliamento dell’azienda agricola: è recente, infatti, il trasferimento di sede a Castelleone (CR), dove è stato installato un innovativo mulino a pietra. Il Mulino è stato progettato con l’obiettivo di preservare ulteriormente la materia prima e le sue proprietà organolettiche durante la fase di lavorazione; grazie all’accostamento di una macinazione a pietra del cereale – “come quella di una volta” – a una struttura dalla tecnologia di ultima generazione.

LA NOSTRA FILOSOFIA

Eat better not less non è uno slogan ma un messaggio di educazione alimentare. “Noi siamo ciò che mangiamo”, la nostra vita e la nostra salute fisica e psicologica, variano in funzione della nostra dieta alimentare. Una sana alimentazione è sia un diritto che un dovere da garantire a tutta la popolazione mondiale.
Le stime mondiali affermano che nel 2050 il pianeta sarà popolato da più di 9 miliardi di persone ma, ad oggi, non riusciamo ad assicurare la quantità minima di cibo per la sopravvivenza a più di un miliardo di persone.
La sensibilizzazione e la consapevolezza riguardo a questi temi è il primo strumento che l’uomo ha a disposizione per affrontare la problematica della fame nel mondo.
Lo spirito aziendale di Mais Corvino Srl supporta questa posizione e si impegna a valorizzare i temi legati all’alimentazione, alla tutela della natura e della madre terra.

Dicono di noi

Assaggiare il Mais Corvino mi ha fatto tornare bambino ricordandomi i sapori del forno di mio padre e di una tradizione perduta.
Igor Marenghi / Panettiere
Il mio eroe? Carlo Maria Recchia he salvato il mais corvino, e i Londinesi ne vanno matti.
Francesco Mazzei / Chef di Londra
Il primo morso non si scorda Mais , preparatevi al piacere.
Antonio Polzella
Il maiscorvino è per me la pietra filosofale della cucina rende unico ogni piatto!
Giacomo Verdelli / Titolare del ristorante "Da Giacomo"